Marco Pieri

 

Negli anni settanta, Marco Pieri, appassionato velista, ritoburna a Genova da un viaggio in Sud America. Portando con sé come ricordo due borsoni da viaggio in cuoio. Erano bellissimi ma con un difetto .. erano pesanti. L’idea arrivò in un lampo: perchè non abbinare la pelle al leggerissimo ma altrettanto robusto tessuto usato per le vele?

Così ,nel 1977, a 24 anni M.P. disegna e produce quasi per gioco la sua prima collezione di borse colorate ,leggere, resistenti,caratteristica che resterà sempre nella sua produzione.

INVESTIRE NELLA PERFEZIONE
E’ il periodo della ricerca, i materiali e i macchinari si moltiplicano: oltre ai tessuti tecnici tessuti jacquard delle seterie comasche, seta, velluto, broccato e il tradizionale Mezzaro ligure, tutti rifiniti con la pelle che lo aveva incantato in gioventù!

Una pelle conciata al “vegetale” secondo la tradizione toscana dell’inizio dell’800.”Pelli antiche” conciate con estratti di tronco e corteccia di castagno e di mimosa, ingrassata in botti di legno senza additivi chimici ,dall’inconfondibile e rassicurante odore di cuoio.

L’INIZIO DI UN’ERA
Negli anni 80 la produzione si amplia soprattutto nella modellistica: cinture, portafogli, pieghevoli da viaggio e le “indistruttibili” borse tra cui il mitico zainetto.

Negli anni 90 il laboratorio si arricchisce di macchinari per la stampa per proporre una novità assoluta: la linea “il regalo che emoziona”, borse e accessori creati “one to one” con le immagini fornite dai clienti.